Mugello – 1: nuovi arrivi nella serie Endurance del GT tricolore
L’ultimo round stagionale registra il debutto nella classe GT Light dell’inedito equipaggio Mayer-Schiavoni-Pianezzola al volante della Ferrari 458 Italia dell’Iron Lynx-RAM.

Il gran finale della serie Endurance del Campionato Italiano Gran Turismo in programma da domani all’autodromo del Mugello si arricchisce di un nuovo debutto. Con i colori dell’Iron Lynx-RAM, infatti, saranno impegnati per la prima volta nella serie nazionale Deborah Mayer, Claudio Schiavoni e Sergio Pianezzola al volante della Ferrari 458 Italia iscritta nella classe GT Light.
Per la Mayer è un gradito rientro alle corse dopo una piacevole pausa, che l’ha vista impegnata nel ruolo di mamma di due bambini e di project leader di Iron Dames. Una delle ultime gare di Deborah era stata Road to le Mans 2017 in coppia con Claudio Schiavoni proprio al volante della Ferrari 458 GT3 con cui disputerà la gara del Mugello: identica anche la livrea della vettura.
Anche per Schiavoni e Pianezzola, l’appuntamento del Mugello è un gradito rientro in Italia dopo gli impegni dell’European Le Mans Series e della Michelin Le Mans Cup.
“Abbiamo scelto di correre l’ultima tappa del GT Endurance con una nuova line-up di piloti e con la Ferrari 458 GT3, che quest’anno ci ha regalato tante soddisfazioni – spiega Andrea Piccini, responsabile di Iron Lynx Motorsport Lab – Nel week end del Mugello, il team ha l’opportunità di acquisire ulteriore esperienza in una gara di durata e i piloti di prepararsi al meglio per le prossime sfide internazionali. Sono molto contento di rivedere al volante Deborah che per un paio di stagioni si è dedicata al lavoro di mamma ma che è sempre stata molto vicina alla nostra struttura in tutte le sfide agonistiche alle quali abbiamo partecipato: dalle gare nazionali all’ELMS, fino alla 24 Ore di Le Mans. Approfitto per ringraziare tutti i piloti con i quali abbiamo corso nelle prime tre tappe dell’Endurance. I drivers hanno scelto di rinunciare alla gara del Mugello essendo aritmeticamente fuori dalla conquista del titolo.”
Oltre che nella serie Endurance, l’Iron Lynx-RAM si è cimentata positivamente anche nella Sprint dove, con l’equipaggio Lippi-Sernagiotto (Ferrari 458 Italia), ha colto la vittoria nella classe GT Light con una gara di anticipo.